Fotovoltaico

 

Da lunedì 24 aprile 2017 a domenica 30 aprile 2017, 3 kW di pannelli fotovoltaici hanno fornito circa  104,7 kWh di elettricità alle persone che ne sono dotati. Questo rappresenta una copertura solare del 165% dei fabbisogni medi di una famiglia.

 

 

Che cosa puo' far funzionare tutto questo?


  • tutti i vostri consumi e la televisione piĆ¹ i grandi elettrodomestici del vicino

 


 

Queste cifre si riferiscono alla quantità di energia elettrica prodotta grazie all'irraggiamento della settimana precedente.

Le quantità prodotte vengono rilevate su differenti sistemi fotovoltaici in funzione veramente e vengono generalizzati attraverso delle misure di irraggiamento effettivo monitorato da un sistema denominato EPICES.

 


 

Per quale tipo di installazione solare?

Lo standard preso in considerazione è un impianto fotovoltaico con una potenza di 3 kW di picco costituito da pannelli in silicio poli-cristallino fissati su un tetto inclinato a 18° rispetto all'orizzontale ed orientato verso sud.

Viene considerato che l'impianto in questione sia utilizzato per una famiglia che consuma mediamente 3000 kWh di energia elettrica all'anno.

 


 

E a casa vostra?

La vostra produzione può essere diversa per vari motivi:

1. I vostri pannelli hanno un diverso orientamento e/o inclinazione oppure sono montati su un inseguitore solare.

2. Avete una potenza installata diversa da 3 kW di picco.

3. I vostri pannelli sono costruiti con un materiale diverso dal silicio poli-cristallino preso in considerazione da EnergizAIR.

 

4. In estate, nel caso di un prolungato periodo di siccità (come avvenuto nell'estate 2012) i moduli fotovoltaici potrebbero essere molto sporchi oppure ci potrebbero essere importanti depositi di escrementi di volatili che possono far ridurre la produzione anche del 10-20%. In caso di zone vicine al mare anche il salmastro depositato sui pannelli riduce la produzione di energia.

 

5. Potrebbero essereci degli ombreggiamenti anche successivi all'installazione (tipo antenne, ponteggi, gru etc.)

 

6. Sempre in estate, dobbiamo considerare il coefficiente termico proprio dei moduli fotovoltaici adottati che come è noto agisce negativamente sulla produzione di energia elettrica del modulo FV, in altre parole più aumenta la temperatura e più si riduce la quantità di energia prodotta. Rispetto ad una temperatura ottimale di 25°C sui pannelli la produzione di energia diminuisce di circa 0,34-0,38% per ogni grado in più di temperatura

 

7. In inverno invece bisogna stare attenti alle zone in cui nevica. I pannelli potrebbero rimanere coperti di neve per qualche ora/giorno, anche se parzialmente e quindi avere una produzione ridotta.

 


 

 Legenda dell'indicatore

 

 

Quando trovate in un sito internet un banner tipo questo sopra, che cosa significa l'indicatore presente vicino all'icona blu?

 

 

 INDICATORE PER UNA FAMIGLIA: % della copertura del fabbisogno di energia elettrica di una famiglia standard

  

Nella settimana che è appena passata (VEDI LA DATA IN ALTO A DESTRA) l’irraggiamento solare che abbiamo avuto in una città prescelta (e che si legge nel banner IN BASSO A SINISTRA DI COLORE GIALLO) ha fatto registrare un valore pari ad una certa percentuale (anch'essa riportata nel banner VICINO ALL'ICONA BLU) dei fabbisogni energetici di una famiglia standard. In alcuni momenti dell'anno i valori dimostrano che gli impianti fotovoltaici possono andare a produrre più del fabbisogno della propria abitazione mettendo in rete il resto dell’energia prodotta.

Con percentuali superiori al 100% dunque verrà prodotta una quantità di energia maggiore ai proprio fabbisogno (facendo funzionare abbondantemente per tutta la settimana tutti i consumi della famiglia presa in considerazione) andando a fornire energia anche al vicino di casa.

Da ricordare che ci riferiamo ad una famiglia standard che ha installato un impianto fotovoltaico da 3 kW di picco con orientamento a sud e inclinazione di circa 18°.