Termico

Da lunedì 24 aprile 2017 a domenica 30 aprile 2017, il sole ha prodotto il 96% del'acqua calda sanitaria per le persone dotate di pannelli solari sul tetto.

 

 

 Per risparmiare che cosa ?

 
  • 5,5l di olio combustibile
  • 5,1m³ di gas
  • 42,9kWh  per coloro che usano l'energia elettrica per riscaldare l'acqua
  • 9,9kg  (pellets)

 

Questo corrisponde alla quantità di acqua riscaldata dal sole nel corso della settimana passata.


I dati sono calcolati con l'aiuto di misurazioni del livello di d'irraggiamento realizzato da un sistema chiamato TRNSYS e sono corretti grazie al monitoraggio di sistemi funzionanti in varie abitazioni.

 


 

Per quale impianto solare ?

L'impianto solare termico che abbiamo preso come riferimento è un impianto tipico con le seguenti caratteristiche:

- tipico per una famiglia di 3 persone che usano in media 60 lt di acqua calda sanitaria al giorno (quindi un totale di 180 lt) ad una temperatura di 40°

- tipo di sistema: a circolazione forzata

- tipo di pannello: piatto

- dimensione del pannello: 4 m2

- numero di pannelli: 2

- dimensione del serbatoio: 200 lt

- spessore dell'isolamento del serbatoio: 10 cm

- inclinazione del tetto: 15°

- orientamento verso: sud

 


 

E a casa vostra?

La vostra produzione può essere diversa per vari motivi:

1. I vostri pannelli hanno un diverso orientamento.
2. Avete una superificie di pannelli e/o un volume di stoccaggio diverso.

3. Voi consumate più o meno di 180 l di acqua calda al giorno.

 


 

 Legenda dell'indicatore

 

 

Quando trovate in un sito internet un banner tipo questo sopra, che cosa significa l'indicatore presente vicino all'icona rossa?

INDICATORE PER UNA FAMIGLIA: % della copertura del fabbisogno di acqua calda di una famiglia standard 

 

Nella settimana che è appena passata (VEDI LA DATA IN ALTO A DESTRA), l'irraggiamento solare che abbiamo avuto in una città prescelta (e che si legge nel banner IN BASSO A SINISTRA DI COLORE GIALLO), ha fatto registrare un valore pari ad una certa percentuale (anch'essa riportata nel banner VICINO ALL'ICONA ROSSA) di copertura del fabbisogno di acqua calda. La temperatura registrata dunque ha fatto sì che una famiglia che ha installato i pannelli solari termici sul proprio tetto di casa ha potuto ottenere acqua calda dal sole.

L’acqua è stata dunque riscaldata dal sole e non dalla caldaia a metano (che avrebbe consumato gas e avrebbe immesso molta CO2 in atmosfera), oppure dallo scaldabagno elettrico (che avrebbe consumato energia elettrica e avrebbe immesso molta CO2 in atmosfera).

Da ricordare che parliamo sempre di una famiglia standard formata da 3 persone che usano in media 60 l di acqua al giorno a 40°.